Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

antonio rubinetti

Anche il sindaco uscente di Calitri, Antonio Rubinetti, ha deciso di chiarire la sua posizione in vista delle prossime elezioni amministrative. «In questa periodo – ha affermato Rubinetti – con le persone che mi affiancano stiamo attraversando una fase interlocutoria onde costruire una lista credibile ed efficace, formata da persone portatrici di competenze e di indiscutibile qualità, ma soprattutto coesa nel perseguire identiche finalità amministrative, lo stesso programma e gli stessi valori politici, onde evitare qual si voglia tipo di frizione. Resta però inteso che – afferma ancora l’ex sindaco –come ho più volte già avuto modo di dichiarare in pubblico, laddove nell’area politica di Centro, della quale io faccio parte, si individui una persona di elevata caratura morale e di indiscusse capacità che possa costituire trait d’union tra le eterogenee anime del Centro, accontentando tutti, io sono dispostissimo a fare un passo indietro e a lasciare al candidato individuato l’onore e l’onere di proporsi alla carica di sindaco». Nulla dunque è ancora definitivamente deciso, per quel che concerne Antonio Rubinetti, se non il fatto che egli intende partecipare attivamente a questa nuova e cruciale competizione elettorale.

Condividi su:

cs

Dalla dialettica politica intercorsa tra il Partito Democratico e Sinistra Ecologia e Libertà, nasce a Calitri la compagine elettorale "CentroSinistra - Insieme si può". E' stato nei fatti presentatom il logo è è stato individuato nella persona dell'avv. Canio De Rosa, segretario cittadino del circolo del PD, il candidato alla carica di primo cittadino. In un documento sono state peraltro raccolte le linee guida, in questa fase necessariamente generiche, riportate nel documento che ci è pervenuto e del quale riportiamo i contenuti, senza alterare nulla al fine di non snaturare quanto in esso è contenuto.

«Il Movimento "Centro Sinistra - Insieme si può" - si legge nel testo - nasce dall'accordo tra il locale circolo PD e la locale sezione di SEL e si apre alla società civile coinvolgendo quanti credono nella Politica, quale attività tesa al perseguimento dell'inyeresse e del bene collettivo e condividono i valori del centrosinistra.

L'attività del Movimento e quindi della lista è caratterizzata dal METODO CALITRI che si fonda sui seguenti principi cardine: Coerenza, Aggregazione, Legalità, Impregno, Trasparenza, Responsdabilità, Innovazione.

Sulla scorta dei detti presupposti si vuolepresentare una proposta programmatica realistica, concreta e credibile, che ponga al centro dell'azione i servizi e le garanzie al cittadino, la tutela e la regolamentazione del territorio, il sostegno alle attività produttive ed alle crescenti situazioni di disagio sociale.

Si intende, attraverso una continua azione di coinvolgimento, caratterizzata dal confronto e dalla condivisione, sviluppare un discorso che, partendo dalla nostra comunità, quale "quartiere" della Città Alta Irpinia, abbia un respiro di carattere territoriale e che, tenuto conto delle nuove opportunità offerte dal progetto aree interne, si basi su una programmazione coerente alle linee guida dei finanziamenti europei.

"CentroSinistra - Insieme si può" ritiene che sia indispensabile, nell'interesse della comunità, una chiara connotazione politica che possa tendere ad un'azione sinergica con i livelli regionali, nazionali ed europei».

 

 

Condividi su:

dm2

Come annunciato, si è tenuta a Calitri, il 15 del mese corrente, nella sala ex ECA, l’assemblea del movimento “Calitri Pulita”.

La conduzione è stata affidata a Giuseppe Del Re, mentre la relazione introduttiva a Michele Di Maio, candidato a sindaco. A seguire sono intervenuti Vito De Nicola, ideatore del simbolo, e, in rappresentanza dei gruppi di lavoro del movimento, Emilia Accardo ( salute e sanità), Gerardo Metallo (legalità e bilancio partecipato), Marianna Della Rocca (cultura, scuola, sponz fest, associazioni, sport ecc.), Valerio De Nicola (attività produttive), Antonella Tuozzolo (ambiente e territorio).

La relazione introduttiva, a cura del candidato a sindaco, si è incentrata sul perché di questa scelta e sul percorso intrapreso, che deve essere democratico, dal basso, partecipato, condiviso, inclusivo, fuori dai partiti.

«Nessuno – ha dichiarato Di Maio - è contrario ai partiti ma, in questa fase di emergenza democratica, si ritiene che la loro spinta ad organizzare il consenso si sia esaurita. La disgregazione sociale, economica, politica ci porta a fare appello a tutti i cittadini affinché partecipino al processo di cambiamento, di rinnovamento della classe politica dirigente. Il cantiere è aperto, adesso bisogna trasformare, con l’aiuto di tutti, le idee in progetti concreti, con bilancio alla mano».

Quindi il bilancio dei primi giorni di attività.

«Ad oggi hanno aderito più di 150 giovani, donne, uomini. Hanno messo a disposizione la loro competenza, la loro esperienza. È nostra intenzione confrontarci con le categorie sociali, con il sindacato, con le rappresentanze imprenditoriali. Il lavoro svolto nei gruppi è pubblicato, in modo trasparente, sulla pagina Fb di “Calitri Pulita. I cittadini saranno protagonisti del proprio futuro, partecipando con passione a questo processo».

dm3

dm4

dm5

dm6

dm7

dm8

DM9

dm1

Condividi su:

BANCONOTE FALSE

Due persone bloccate e denunciate dai Carabinieri della Compagnia di Montella. Avevano poco prima già speso in Calabritto due banconote di 50 euro falsificate e si preparavano a spenderne altre. Ma il loro piano è stato ostacolato dall’intervento di una pattuglia della locale Stazione che rintracciava i due lestofanti.

I Carabinieri della Stazione di Calabritto, a seguito di segnalazione da parte di un esercente del piccolo centro dell’Alta Irpinia, riguardante la presenza di due persone in possesso di denaro contraffatto, prontamente intervenivano riuscendo a bloccare l’autovettura con a bordo i due soggetti, identificati in un ventiseienne e di una trentaquattrenne della provincia di Salerno, entrambi con precedenti penali, che tentavano di allontanarsi velocemente dal centro abitato.

La coppia, perquisita dai militari, veniva trovata in possesso di ulteriori diciassette banconote da 50 euro, di ottima fattura e difficilmente distinguibili da quelle originali, riportanti lo stesso numero di serie. Le diciannove banconote contraffatte sono state quindi sottoposte a sequestro e, alla luce delle evidenze, i due giovani deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dr. Rosario Cantelmo, per detenzione e spendita di monete false.

L’incremento delle attività poste in essere dai Carabinieri in ambito nazionale tese a contrastare i delitti contro la fede pubblica, anche in Provincia di Avellino sta dunque ottenendo concreti risultati. Saranno ora svolte indagini finalizzate sia all’individuazione dei canali attraverso i quali le banconote false sono state immesse in circolazione sia all’identificazione di ulteriori responsabili.

Condividi su:

logo miscia

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia